Crea sito

Orizzonte degli eventi

a cura di Francesco Sasso

Mese: Giugno 2019 Page 1 of 2

I Ching 3

Acconsenti alla resa oppure a seguire la corrente.

I miglioramenti passano attraverso la modestia e la discrezione.

L’epistolario di Alcide De Gasperi: edizione nazionale digitale

Riportiamo qui il comunicato:

“La figura di Alcide De Gasperi (1881–1954) continua a suscitare un notevole interesse, non soltanto tra gli storici e gli studiosi della politica del Novecento. I fattori che rendono la vicenda dello statista trentino al contempo eccezionale ed emblematica sono vari: il suo contributo allo sviluppo del movimento cattolico nel Trentino e a livello nazionale e internazionale, la leadership politica nella Democrazia Cristiana, la peculiare interpretazione del ruolo di capo del governo italiano; il contributo dato alla politica internazionale di pace, l’intuizione europeista.

La storiografia ha fatto ricorso a una gran quantità di documenti di vario genere per studiare la figura di De Gasperi: scritti e discorsi pubblici, articoli di giornale, testimonianze dirette e naturalmente la corrispondenza dello statista. Proprio quest’ultimo campo costituisce un patrimonio ricchissimo e finora solo in parte esplorato: alcune lettere sono state studiate e pubblicate in studi e raccolte dedicati allo statista o ai suoi corrispondenti, ma moltissime altre attendono ancora di essere trovate e usate, per precisare i contorni personali e pubblici di una delle figure più importanti della storia del secolo scorso. Ecco perché, a più di sessanta anni dalla morte dello statista è parso opportuno avviare la realizzazione di una grande raccolta critica che riunisca e organizzi le lettere scritte e ricevute da De Gasperi secondo criteri cronologici, tematici e geografici, accompagnata da una bibliografia critica di riferimento.

Continua a leggere

Bohème

Denota l’ambiente di artisti antiborghesi che vivevano una vita libera e spensierata, talvolta pericolosa e immorale. Era un ambiente già descritto in un celebre romanzo francese di Henri Murger, Scènes de la vie de Bohème (scene della vita di bohème)(1846). I modelli letterari sono quelli dei Fiori del male di Baudelaire, del macabro e dell’irrazionale di Hoffmann e di Poe. Prevale la figura del poeta maledetto, che non di rado finisce male, morto giovane, alcolizzato o suicida.

La Storia della letteratura italiana dopo l’Unità d’Italia

Luigi Settembrini (Napoli 1813-1876), patriota, martire della causa in lunghi anni di dura prigionia borbonica, professore di letteratura italiana, affidò la materia viva del suo insegnamento, acceso di impegno civile, ghibellino e anticlericale, alla pubblicazione delle sue Lezioni di letteratura italiana (1866-1872).

Francesco De Sanctis (Morra Irpino 1817-Napoli 1883), allievo di Basilio Puoti, professore di letteratura italiana a Zurigo (1856). L’Unità significò per lui un ritorno all’attività politica e civile, con diversi mandati di Ministro della Pubblica Istruzione, e infine un ritorno all’insegnamento, come professore di Letteratura comparata all’Università di Napoli (1871). Oltre i molti e importanti saggi critici su Dante, Petrarca, Leopardi e Manzoni, De Sanctis concepì il suo capolavoro, la Storia della letteratura italiana (1870-1871): un grande affresco della storia della civiltà italiana, della genesi e dell’evoluzione dello spirito nazionale, passato attraverso momenti di ascesa e momenti di decadenza.

Charles Baudelaire, Stephane Mallarmé, Paul Verlaine, Arthur Rimbaud

Charles Baudelaire

Fra angoscia esistenziale (spleen) e tensione ideale (idéal). Ricerca delle analogie segrete.

Stephane Mallarmé

Fuga dal presente e dalla realtà. Raggiungere la realtà profonda per mezzo di misteriose consonanze di suoni e di rapporti simbolici. La creazione poetica si affida al caso, abbandonando la volontà al potere inconscio delle arbitrarie associazioni simboliche.

Paul Verlaine

Continua a leggere

Charles Baudelaire

Charles Baudelaire (1821-1867), soprattutto nella celebre raccolta Les fleurs du mal (i fiori del male)(1857), cominciò a rappresentare l’insanabile frattura dell’uomo moderno (perduto in una metropoli industriale ormai disumana) fra angoscia esistenziale ( ennui in francese, spleen in inglese) e tensione ideale ( idéal ), cui forse solo l’arte e la poesia possono dare la possibilità di un nuovo rapporto con la realtà. Per raggiungere questo scopo, la poesia deve passare attraverso un intenso legame con l’esperienza vitale, anche negativa o distruttiva (i fiori del male), nella perdizione dell’eros o del peccato, e perfino nei paradisi artificiali degli stupefacenti. E la via nuova della poesia (strettamente legata alle arti figurative e alla musica) avverrà nella ricerca delle analogie segrete, nell’interpretazione delle foreste di simboli che ci circondano, come viene affermato nel celebre sonetto Correspondances (corrispondenze), manifesto di una poetica e di uno stile basati sulla metafora, la sinestesia, la fusione di diversi piani sensoriali.

I promessi sposi

I promessi sposi

È una storia milanese del XVII secolo, che l’autore, nell’Introduzione , finge d’aver trovato in un manoscritto secentesco, e di aver semplicemente riscritto e rielaborato: la storia di due popolani di un paesino sulle rive del lago di Como, ambientata nel 1628-1630 vicino a Lecco, il tessitore Renzo Tramaglino e la filandaia Lucia Mondella, il cui matrimonio viene mandato a monte dal perfido signorotto don Rodrigo, e che dopo infinite peripezie (dal rapimento di Lucia alla terribile epidemia di peste) riescono a ritrovarsi e a sposarsi.

I Ching 2

Trasforma il presente con la tua immaginazione.

Abbeverati alla fonte principale della energia e della saggezza.

Concentrati sulle verità fondamentali.

Unisciti agli altri. Sii ospitale.

Arte e artisti

Gli artisti ci aiutano a esplorare e a comprendere collettivamente l’esperienza umana. L’opera d’arte vive nel tempo, forma selvaggia, pericolosa e radicale che strappa l’uomo dal suo cammino.

La trasgressione è fondamentale per l’immaginazione artistica, perché l’immaginazione si occupa del proibito e del “non ancora”. L’artista va al di là dei confini sociali accettati per poi riportare idee che illuminano in modo nuovo l’esistenza e ciò che significa essere vivi.

Nick Cave e le canzoni

Nick Cave scrive a un fan: “Butta via la mia canzone – non era così buona ad ogni modo -, siediti, preparati e scrivi la tua dannata canzone. Sei un autore, hai il mondo intero da salvare e molto poco tempo per farlo”. E ancora: “La canzone troverà la sua strada verso di te. Se non la scrivi, lo farà qualcun altro. È questo quello che vuoi? Se non lo è, prendila”.

Fonte: https://www.theredhandfiles.com/

Radiohead, MINIDISCS [HACKED]

«La settimana scorsa siamo stati hackerati – qualcuno ha rubato l’archivio di minidisk di Thom che risaliva più o meno ai tempi di “Ok Computer” e a quanto pare ha chiesto 150.000 dollari minacciando di diffonderlo». I Radiohead hanno confermato il furto delle registrazioni legate alle session del loro album “Ok Computer” con un post sul loro sito e sui social e hanno deciso di reagire all’accaduto mettendo in download lo stesso materiale sulla piattaforma Bandcamp. Tutti i proventi derivanti dall’acquisto delle registrazioni, ha annunciato la band di Thom Yorke, andranno devoluti al movimento ecologista che si batte contro i cambiamenti climatici Extinction Rebellion.

https://radiohead.bandcamp.com/

Continua a leggere

Da “In morte di Carlo Imbonati” (1806) di Alessandro Manzoni

Da In morte di Carlo Imbonati (1806) di Alessandro Manzoni:

Sentir […] e meditar : di poco / esser contento: da la meta mai / non torcer gli occhi, conservar la mano / pura e la mente: de le umane cose / tanto sperimentar, quanto ti basti / per non curarle: non ti far mai servo: / non far tregua coi vili: il santo Vero / mai non tradir: né proferir mai verbo, / che plauda al vizio, o la virtù derida (vv. 207-215).

Il Nulla, Uomo-Natura, Morte

Trascrivo due meditazioni sul nulla tratte dallo Zibaldone di Leopardi, che approdano alla scoperta di una mancanza di senso della vita e dell’esistere, ad una concezione definita nichilismo: “Tutto è nulla al mondo, anche la mia disperazione […] è vano, è un nulla anche questo mio dolore” (p. 72); “Io era spaventato nel trovarmi in mezzo al nulla, un nulla io medesimo. Io mi sentiva come soffocare, considerando e sentendo che tutto è nulla, solido nulla” (p. 85).

Continua a leggere

Mappa Mundi di Hereford

La Mappa di Hereford è una mappa mundi. Disegnata su un singolo foglio di vellum, misura 158 x 133 cm, ed è la più grande mappa medievale conosciuta finora. Fu dipinta fra il 1276 e il 1283 in Inghilterra da Richard di Haldingham e riproduce il mondo allora conosciuto fondando la propria rappresentazione sulla base di nozioni storiche, bibliche, classiche e mitologiche.

Il sito themappamundi.co.uk permette di esplorarla virtualmente.

Continua a leggere

I Ching 1

Concentrati sul tuo equilibrio interiore e sulla sincerita’. Riporta il giusto ordine nella tua vita.

WikiCodex: Geniza del Cairo

La Geniza del Cairo è il luogo in cui fu radunato materiale manoscritto ebraico che data per la massima parte fra il 1025 e il 1266, ritrovato alla fine del XIX secolo e studiato dapprima dal professor Solomon Schechter e poi dal prof. Shlomo Dov Goitein.

Il materiale – 280.000 lacerti circa – giaceva nella Geniza della sinagoga di al-Fustat (Antica Cairo), in Egitto, dove era stato depositato dagli israeliti di Palestina, emigrati al Cairo in età aghlabide e poi fatimide. Una provvidenziale dimenticanza evitò il rituale seppellimento del materiale da parte della comunità ebraica, regalando agli storici una delle più importanti documentazioni autografe dell’attività commerciale e della vita sociale, in particolare ebraica, nell’area mediterranea.

Continua a leggere

Millelire

Stampa Alternativa è una casa editrice romana fondata nel 1970 da Marcello Baraghini. La casa editrice è storicamente nota per la collana Millelire, che rilanciò in Italia le edizioni supereconomiche. Oggi i testi sono convertiti in ebook e scaricabili gratuitamente qui:

http://www.stradebianchelibri.com/millelire.html#

Carlo Tenca

Carlo Tenca (Milano 1816-1883), critico militante autore del saggio Delle condizioni della odierna letteratura in Italia (1846), che è tra i primi a testimoniare la nascita dell’industria editoriale moderna, e le problematiche che il nuovo sistema di produzione, spesso asservito a logiche di mercato, comportava su autori e scrittori, sempre di più condizionati nelle loro scelte artistiche, stilistiche, linguistiche, da ragioni di vendibilità del prodotto-libro. Parliamo del 1846…

IL TERZO SGUARDO n.58: Giuseppe Rensi, “Su Leopardi”

[Pubblico l’ultima recensione inviatomi da Giuseppe per RETROGUARDIA. (f.s.)]

***

Giuseppe Rensi, Su Leopardi, a cura di Raoul Bruni, Torino, Nino Aragno, 2018

_____________________________

di Giuseppe Panella*

.

>Giuseppe Rensi è stato uno dei pensatori più lucidi e significativi del Novecento italiano. Fortemente inviso al fascismo che interdisse la lettura dei suoi libri ai fruitori delle pubbliche biblioteche, nel dopoguerra è stato parzialmente dimenticato dagli studiosi di cose filosofiche e recuperato alla fine del secolo ad opera di suoi ammiratori come Augusto Del Noce, Sergio Givone o Leonardo Sciascia che, nel 1987, curò l’edizione delle sue Lettere spirituali per Adelphi.

Anche se non ha mai scritto (come pure fece Adriano Tilgher nel 1940) un intero libro sul pensiero filosofico di Leopardi, va detto che lo studio e l’analisi del pensiero leopardiano ha inciso moltissimo sulla sua visione del mondo e sulla sua filosofia della vita. Inoltre il carattere non sistematico e frammentario del pensiero leopardiano ben si confà all’indole critica di Rensi che ha sempre rifiutato l’idea della filosofia come prospettiva sistematica e come concezione totalizzante del mondo:

«La rivalutazione di Leopardi come pensatore è, quindi, in linea con il radicale anti-idealismo di Rensi. In questo senso non è casuale che nel primo scritto in cui Rensi prende nettamente le distanze dall’idealismo, La metafisica del terremoto, affiorino echi ben riconoscibili della Ginestra, laddove si allude alle catastrofi naturali che testimoniano la precarietà della condizione umana» (p. 3).

Continua a leggere

Recensione in kit fai da te n.3

In xxx è viva l’idea della poesia come forma di manifestazione della Verità, per mezzo della fusione del quotidiano con lo straordinario, del corto circuito del reale con il fantastico, che gli permette di cogliere l’essenza profonda e indicibile delle cose.

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén