Sull’importanza dei generi letterari. Osservazione di Maria Corti

amanuense web Sull’importanza dei generi letterari per un’esatta descrittiva dei codici tematico-formali sui quali si staglia l’individualità delle opere, osserva Maria Corti: Se la letteratura è passibile di essere indagata come sistema di interazioni di istituti letterari, essa è anche da un lato un deposito di tematiche, dall’altro il canale collettore delle varie soluzioni formali che costituiscono la lingua letteraria. … Continue reading

Giudizi di valore di Pier Vincenzo Mengaldo

Recensione/schizzo #22 Edito da Einaudi nel 1999, il volume raccoglie gli interventi del filologo e storico della lingua, nonché critico letterario, pubblicati su periodici non specializzati e su quotidiani a partire dal 1985. Gli articoli hanno “per lo più il taglio della recensione o notizia (talora dello spunto polemico). Perciò documentano la mia- nel complesso recente- attività di critico militante nel … Continue reading

Il significato di letteratura. Breve nota bibliografica

Un’ampia rassegna dei significati di letteratura è stata tracciata da R. ESCARPIT in Aa.Vv., Letteratura e società, Bologna, Il Mulino, 1972, pp.221 sgg. Si vedano anche le osservazioni di R. WELLEK- A.WARREN, Teoria della letteratura, ivi, 1956, pp.17 sgg e di E. GARRONI, Estetica e critica letteraria, in Aa,Vv., Letteratura italiana, a cura di A. Asor Rosa, vol IV, L’interpretazione, … Continue reading

Segnalo il blog francese “Une autre poésie italienne” dedicato alla poesia contemporanea italiana

[Ricevo e volentieri pubblico. (f.s.)] Cher(e)s ami(e)s, cari/e amici/che, colleghi, conoscenti, confrères… etc… Con grande piacere (C’est vraiment un plaisir) vi annuncio l’apertura (de vous annoncer l’ouverture) del nostro BLOG (de notre blog) dedicato alla poesia italiana contemporanea (consacré à la poésie italienne contemporaine). Tout y est encore provisoire (Tutto vi è ancora provvisorio), et fort limité pour l’instant (e, … Continue reading

Le poesie di Cesare Pavese: «Lavorare stanca», «La terra e la morte» e «Verrà la morte e avrà i tuoi occhi»

Da marzo sto leggendo e rileggendo il volume Le poesie di Cesare Pavese, pubblicato da Einaudi. Pavese esordì con la raccolta di poesie Lavorare stanca (1936, poi 1943), testi composti fra il 1930 e il 1935: ed è quanto di più distante si possa immaginare dall’Ermetismo trionfante in quegli anni.  Il volume presenta una serie di poesie-racconti di Pavese che, … Continue reading

La ragazza che non era lei di Tommaso Pincio

Recensione/schizzo #21 “La realtà non è di questo mondo” riassume bene la trama de La ragazza che non era lei. In questo romanzo, costruito come un labirinto liquido di storie che sviluppano l’immaginario, le idee, i luoghi, i modelli americani, non c’è distinzione fra piano del reale e piano onirico, tra piano storico (anni sessanta, figli dei fiori ecc) e … Continue reading

La letteratura come squarcio nel muro della vita.

Spesso mi sorprendo mentre invoco il diritto estetico di infinto e di assoluto in arte. Permettetemi una precisazione: non sono un filosofo e non ho letto molto a riguardo. Semplicemente, si fa per dire, ritengo che il senso più alto della tradizione letteraria, sia nella varia molteplicità e complessità che nella profondità dei suoi motivi, sia la ricerca di infinito … Continue reading

Lo sbrego di Antonio Moresco

di Francesco Sasso “Io non ho mai letto niente”. Ecco il paradossale incipit di un libro sulla lettura scritto da Antonio Moresco. “Per me leggere non è leggere”, continua lo scrittore che fatica a ricordare il primo libro letto (Salgari). Inoltre afferma di non riuscire a leggere a lungo a causa di una malformazione agli occhi e che ha iniziato ad “attraversare” … Continue reading

Al di là del muro di Maria Viteritti

Recensione/schizzo #20 Vorrei parlarvi di Al di là del muro, romanzo d’esordio di Maria Viteritti. La purezza dell’invenzione e la verosimiglianza dominano la struttura del romanzo. La trama è congegnata con abilità. La scrittrice gioca le sue carte con maestria, inserendo anche sottili osservazioni sui lati oscuri e impenetrabili della mente umana. Ambientato in un tempo non molto lontano da … Continue reading

La pratica della lettura (e della critica) secondo Alberto Asor Rosa

amanuense-web Trascrivo una puntualizzazione di A. Asor Rosa su come si rapporti la pratica della lettura (e della critica) alle diverse idee di letteratura:   Se la letteratura verrà considerata come prodotto sociale, noi cercheremo in essa il predominio della rappresentatività (fedeltà, tipicità, aderenza, verosimiglianza) rispetto a un determinato contesto sociale. Se la penseremo come prodotto della storia delle idee, … Continue reading