DINO CAMPANA: LA POETICA DELL’ORFISMO TRA PITTURA E SOGNO di Giuseppe Panella

    [Si tratta di un primo capitolo per un libro che sto scrivendo nel corso degli anni… più che un capitolo è in realtà un’introduzione un po’ più lunga del solito per mettere in chiaro criteri e valutazioni, bilanci e prospettive, punti di vista e ricordi del passato (non a caso il testo è dedicato a Piero Cudini, un … Continue reading

“Il volo della martora” di Mauro Corona

Corona è uno scultore e un alpino, prima d’essere cantore delle montagne, dei boschi e di un’intera valle (Erto, Cassio, Longarone). La raccolta di racconti Il volo della martora si divide in quattro parti: Alberi, Animali, Gente e L’erto cammino. Nelle 26 brevi storie di questo libro si rivive la durezza, l’asprezza della vita sulle montagne e nella Valle del … Continue reading

“Walden or life in the woods (Walden o vita nei boschi)” di Henry David Thoreau

Nel 2000 lessi Walden or life in the woods (Walden o vita nei boschi), scritto dal ribelle, anarchico e non molto ottimista Henry David Thoreau. Il libro contiene la sua diretta e veritiera esperienza di due anni di vita in una capanna nella solitudine delle foreste e dei laghi e la sua filosofia ribelle nell’amara constatazione che gli uomini si … Continue reading

“Estensione del dominio della lotta” di Michel Houellebecq

Recensione/schizzo Il protagonista del romanzo è un trentenne analista-programmatore presso una società di servizi informatici. Nichilista, misogino e misantropo, depresso, osservatore implacabile della banalità umana, inzuppato di noia e indifferenza, teorico ipercritico di una società basata sul sesso e danaro (“[…] noi viviamo in un mondo enormemente semplice: da un lato c’è un sistema basato sulla dominazione, sul denaro e … Continue reading

Etimologia popolare: hamburger

La lingua è un corpo vivo: si modifica, si combina continuamente. Lo sviluppo di forme contaminate e le retroinformazioni dimostrano che il mutamento morfologico, per esempio, può avere come conseguenza la creazione di nuove forme arbitrarie. . Ecco un esempio tratto dal libro di Lehmann: << Un elemento di questo genere che ha conosciuto uno sviluppo negli ultimi decenni è … Continue reading

“Occhi di cane azzurro” di Gabriel García Márquez

Recensione/schizzo #12 Gli undici racconti di Occhi di cane azzurro sono i primi scritti da Gabriel García Márquez. Li ho letti tre giorni fa e do qui un sommario quanto impreciso giudizio. Non è una recensione. Il primo racconto, La terza rassegnazione, è datato 1947, mentre l’ultimo, Monologo di Isabel mentre vede piovere su Facondo, è del 1955. Il primo … Continue reading

“L’azzurra memoria. Poesie 1970-2005” di Luigi Fontanella

di Giuseppe Panella Luigi Fontanella, L’azzurra memoria. Poesie 1970-2005, Bergamo, Moretti & Vitali, 2007, pp. 174, euro 11 Si tratta del libro di una vita – un’antologia che parla di un tempo ormai lontano e dell’esistenza trascorsa per approdare alla dimensione significativa di un presente in cui quel passato congruisce con la facilità (e la felicità) del sogno. Le prime … Continue reading

William Blake: “Nota del traduttore” di Roberto Rossi Testa

NOTA DEL TRADUTTORE (da Y I P Yale- Italian Poetry, Volume I, Number I, Spring 1997) . di Roberto Rossi Testa I Canti dell’innocenza e dell’esperienza mostrano, come indicato dalla stessa epigrafe dell’autore, le varie età del mondo e dell’uomo: in essi Blake passa quasi vertiginosamente, nel volgere di pochi versi, da ambientazioni pastorali volutamente stucchevoli ai drammatici scenari della … Continue reading

La teoria della letteratura e la sua storia

di Giuseppe Panella La teoria della letteratura e la sua storia   A proposito di Giovanni Bottiroli, Che cos’è la teoria della letteratura? Fondamenti e problemi, Torino, Einaudi, 2006, pp. 472 «Dimmi, perché lo stilema / il sintagma e l’idioletto / compaiono col fonema / in ogni tuo articoletto? // Perché ami tanto Jakobson / la metonimia e il significante … Continue reading

“Diario inverso” di Lucianna Argentino

Ad un anno dalla lettura di Diario inverso di Lucianna Argentino, ecco un breve resoconto per i lettori di Retroguardia. Squisito il sentimento che mena la penna sino al fondo del libro. Le poesie di Diario inverso raccontano la paura e la solitudine che nasce da un amore infelice e dall’impossibilità di comunicare con l’amato. Del resto, la poetessa trae … Continue reading