I promessi sposi

I promessi sposi

È una storia milanese del XVII secolo, che l’autore, nell’Introduzione , finge d’aver trovato in un manoscritto secentesco, e di aver semplicemente riscritto e rielaborato: la storia di due popolani di un paesino sulle rive del lago di Como, ambientata nel 1628-1630 vicino a Lecco, il tessitore Renzo Tramaglino e la filandaia Lucia Mondella, il cui matrimonio viene mandato a monte dal perfido signorotto don Rodrigo, e che dopo infinite peripezie (dal rapimento di Lucia alla terribile epidemia di peste) riescono a ritrovarsi e a sposarsi.