“Note del guanciale” di Sei Shonagon

Ad una gentildonna, Sei Shonagon (XI secolo), discendente del principe Toneri, il compilatore del Nihongi, e dama di corte, si deve il capolavoro dell’epoca, il Mashura no soshi (Note del guanciale) che inaugura un tipo particolare di opera letteraria detto Zuihitsu (miscellanea, zibaldone) di carattere estetizzante. Si tratta, infatti, di un’opera non narrativa, bensì di una serie di annotazioni dettate … Continue reading