San Francesco d’Assisi e Jacopone da Todi.

San Francesco d’Assisi e Jacopone da Todi. Appunti di lettura. San Francesco d’Assisi. Fra le pagine più antiche della nostra letteratura bisogna annoverare il famoso Cantico di Frate Sole di San Francesco d’Assisi, che non solo sta a dimostrare come la nostra prima letteratura sia stata dominata dal motivo religioso proprio dell’età medioevale, ma anche come l’amor di Dio, nella … Continue reading

Caos, decadenza e paesaggi morti nelle opere di Thomas Pynchon e William Burroughs

Thomas Pynchon. Tra gli scrittori che usano effettivamente la parola “entropia” nelle loro opere, Tanner elenca Norman Mailer, Saul Bellow, John Updike, John Barth, Walker Percy, Stanley Elkin e Donald Norman Barthelme, ma il suo esempio più importante è Thomas Pynchon. Come osserva Tanner, il primo racconto importante di Pynchos si intitola Entropy e contiene riferimenti specifici a Henry Adams. … Continue reading

Madame Bovary c’est moi? Flaubert non si sbagliava.

“Madame Bovary c’est moi”? Flaubert non si sbagliava. di Francesco Sasso Ho appena terminato la lettura di Madame Bovary di Flaubert. Che dire? Non riesco a trovare le parole. Scrittore sobrio, preciso, a tratti noioso, ma di una noia sublime. L’autore guarda la sua eroina con occhio disincantato e impietoso. La protagonista è moglie di un medico di provincia (Charles), … Continue reading

Gammm: area architettonica della poesia

GAMMM: area architettonica di poesia di Francesco Sasso Io sono conquistato da quelle riviste o blog che hanno una direzione/visione ben precisa del lavoro e della poesia che s’intende diffondere. Preferisco seguire un discorso articolato, anche se questo ragionamento proviene da un gruppo di poeti con un orientamento estetico antitetico al mio, che leggere testi a me vicini, tuttavia immessi … Continue reading