Mobilità volontaria e vincolo triennale

Il vincolo triennale, come chiarisce l’art.2 comma 2 del CCNI, sarà applicato, a decorrere dal prossimo anno scolastico 2019/20, a tutti i docenti che saranno soddisfatti nella loro richiesta di trasferimento volontario, di passaggio di cattedra o di passaggio di ruolo, mediante preferenza analitica nella scuola, o mediante preferenza sintetica nel distretto sub-comunale o nel comune di titolarità.

Questi docenti, infatti, risulteranno titolari nella scuola di incarico triennale al momento di presentazione della domanda di mobilità, come prevede l’art.6 comma 8 del CCNI, dove si stabilisce che “Prima di eseguire la mobilità, i docenti con incarico triennale , ivi inclusi i docenti con incarico triennale in scadenza al 31 agosto 2019, acquisiscono la titolarità sulla scuola di incarico. [….]”

 

Con la PREFERENZA ANALITICA il docente chiede esplicitamente una specifica scuola o circolo

Con la PREFERENZA SINTETICA su comuni, distretti, ambiti o provincia, invece, il docente chiede indistintamente tutte le scuole ubicate nel comune, distretto, ambito o provincia, senza nessuna priorità o ordine di preferenza.