Crea sito
Orizzonte degli eventi

Achille Campanile, IL SUICIDA GENTILE

Achille Campanile
IL SUICIDA GENTILE
Personaggi:
LUI
LEI
Uomo
(In una strada solitaria. Lui e lei, passando, vedono l’uomo che si punta la rivoltella alla tempia).
LEI Guarda: un uomo che sta per tirarsi un colpo di rivoltella!
LUI (All’uomo) – Che fa, sciagurato?
UOMO Non vede? Mi uccido.
LEI  Non faccia pazzie, ci pensi bene, prima.
UOMO Ci ho pensato molto, e la mia decisione è irrevocabile. M’uccido per amore.
LUI  Per amore? E’ mai possibile uccidersi per l’amore, che è il sentimento della  felicità?
UOMO Ragazzo! Che sai tu dell’amore! Lasciami morire!
LEI  Per carità, signore, non lo faccia. Pensi che la vita è bella, che le strade del  mondo sono piene di donne e che il tempo risana qualunque ferita.
UOMO Tutto è vano, signora. Io non torno sulle mie decisioni.

LUI  Ma via, pensi che fra un anno lei riderà di questo momento di debolezza.
UOMO (cupo) Sa che cosa fa un uomo, quando la donna dei suo cuore non l’ama più?
LUI  Diamine, ne ama un’altra.
UOMO (c.s.) No. Si uccide.
LUI  Ma no, non s’uccide, lo faccia per i suoi cari.
UOMO Non insista.
LEI  Lo faccia per il dovere che abbiamo tutti di apprezzare al giusto il dono della  vita e di non farne vano gèttito.
UOMO Retorica!
LUI  Lo faccia per la società.
UOMO La società del gas?
LUI  Ma no. Quella dei suoi simili.
UOMO Bella roba!
LEI  Lo faccia per l’umanità, che attende molto da lei.
UOMO (amaro) Sta fresca.
LUI  Lo faccia per la sua coscienza.
UOMO Bubbole. Lasciatemi sparare. Voglio uccidermi.
LEI  Per la patria!
UOMO Niente.
LUI  Per i suoi morti.
UOMO Niente. Voglio morire!
LUI  (con cortese imbarazzo) Senta…
UOMO Dica, dica pure.
LUI –  (c.s.) Non mi mandi all’inferno, se le dico una cosa.
UOMO S’immagini, parli.
LUI  Io non ho il piacere di conoscerla, lei non sa niente di me. Tuttavia,  potrei chiederle un piccolo favore?
UOMO Se posso…
LUI  Lo faccia per me.
UOMO Quand’è così, non so dirle di no, francamente.
LUI  Grazie.
UOMO Le pare. Dovere. Buona notte.
LUI  Buona notte.
(I tre si stringono la mano. L’uomo intasca la rivoltella e via, fischiettando)
LEI  Che persona compita!
(Sipario)